ESTETICA TRA SAPERI E SAPORI

Nel suo tredicesimo Convegno Nazionale, la Società Italiana d’Estetica ha affrontato, prendendo anche spunto dal tema dell’Expo 2015 “Nutrire il pianeta”, gli incroci teorici che si innestano a partire da questo orizzonte, dove i nutrimenti per l’uomo sono sia materiali sia spirituali. I saperi e i sapori sono così modi simbolici per comprendere la complessità del rapporto formativo tra l’uomo e il suo ambiente. Per analizzare questi nodi e i loro significati si è discusso a partire da due importanti volumi di Lucia Pizzo Russo appena ripubblicati. In questi incroci si affaccia anche il senso culturale e filosofico del sapore, legato a un’estetica del cibo. L’occasione per discuterne è stata in primo luogo la presentazione dell’edizione italiana del volume Il senso del gusto. Cibo e filosofia, con cui lo scorso anno Carolyn Korsmeyer ha vinto il Premio Internazionale d’Estetica, segno tangibile dell’apertura della SIE alle maggiori voci dell’estetica mondiale. Su questa linea, e nella consapevolezza della necessità di un confronto con altre esperienze, il Convegno si è concluso dando voce a Gualtiero Marchesi, chef e maestro che ha reso la cucina un’arte. Il Convegno si è tenuto nei giorni 27 e 28 marzo 2015 in Milano nella Sala Napoleonica di Palazzo Greppi.

Dopo le operazioni di registrazione, i lavori sono stati aperti il pomeriggio del 27 marzo con i saluti rivolti da Fabrizio Slavazzi, Direttore del Dipartimento di Beni culturali dell’Università di Milano.







































I lavori sono continuati con la tavola rotonda Il disegno dell’immagine, introdotta Marco Dallari e Fabrizio Desideri, promossa in occasione della riedizione de Il disegno infantile. Storia teoria pratiche (Aesthetica) e Genesi dell’immagine (Mimesis) di Lucia Pizzo Russo, recentemente scomparsa. Al termine della seduta i convegnisti hanno ricevuto in omaggio i due volumi.




























Si è infine tenuta l’Assemblea annuale della Società che ha eletto Presidente Elio Franzini e nominato Luigi Russo Presidente Emerito.





















La giornata è stata conclusa da una cena sociale.































Il giorno 28 marzo i lavori sono ripresi con i saluti di Gianvico Camisasca, Console della Repubblica di Slovenia e Rappresentante dei Corpi Consolari a Milano. Ha fatto seguito la consegna dell’edizione italiana del volume Il senso del gusto. Cibo e filosofia di Carolyn Korsmeyer, Premio Internazionale d’Estetica 2014, ritirato in assenza dell’autrice dal curatore del volume Nicola Perullo, e distribuito in anteprima ai convegnisti. Giovanni Matteucci ne ha fatto una puntuale recensione.























Il dialogo di Gualtiero Marchesi con Nicola Perullo "I sapori dell’Estetica" ha concluso il Convegno, coronato da un buffet.