ESTETICA|AESTHETICA|AISTHESIS

Nel suo nono Convegno Nazionale, la Società Italiana d’Estetica, che in questa occasione ha celebrato anche il decennale della sua fondazione, ha affrontato un tema che riconduce alle origini stesse dell’estetica, alla genesi di senso che in sé coagula e sviluppa. I modi linguistici in cui si articola l’aisthesis svelano infatti percorsi di senso che aprono prospettive essenziali sui decisivi snodi storici e teorici della disciplina, in tutti i suoi spessori percettivi, artistici e simbolici. Su questo dibattito, in cui l’antico dialoga con il moderno, e con le aporie della contemporaneità, si è innestata la presentazione dell’edizione italiana di Arte, critica e storia. Saggi di estetica analitica di Jerrold Levinson, il volume che nel 2010 ha vinto il Premio Internazionale d’Estetica, segno concreto dell’apertura della SIE alle maggiori voci dell’estetica mondiale. Il confronto con altri linguaggi e metodi pone così l’estetica al centro delle sfide della filosofia e della cultura contemporanee, aprendola anche, per la seconda volta, a nuove e giovani voci, che nel Convegno sono state protagoniste del Premio Nuova Estetica. Il Convegno si è tenuto nei giorni 27 e 28 aprile 2011 in Torino presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi.















Dopo le operazioni di registrazione, i lavori sono stati aperti il pomeriggio del 27 aprile dai due organizzatori dell’incontro Maurizio Ferraris e Roberto Salizzoni con i saluti rivolti da Pietro Rossi Direttore del Dipartimento di Filosofia dell’Università di Torino e da Luigi Russo Presidente della Società Italiana d'Estetica.









Ha fatto seguito la consegna dell’edizione italiana di Arte, critica e storia. Saggi di estetica analitica di Jerrold Levinson, di cui Pietro Kobau ha fatto una puntuale recensione. Ugo Nespolo ha anche fatto dono a Levinson di una sua smagliante opera. Si è quindi passati al conferimento del Premio Nuova Estetica 2011, con la consegna della medaglia e del relativo volume ai vincitori Massimo Baldi, Alice Barale, Linda Bertelli, Ilaria Boeddu, Roberto Lai, Domenica Lentini, Daniela Liguori, Sara Matetich, Alfonso Ottobre, Claudio Rozzoni, Alberto L. Siani, Antonio Valentini. Elio Franzini ha presentato alcune riflessioni sul volume.





























Dopo un coffee break si è tenuta l’Assemblea annuale della Società. La giornata è stata conclusa da una cena sociale.


















Il giorno 28 aprile si sono riuniti gli Osservatorî della Società. I lavori sono ripresi con i saluti di Lorenzo Massobrio Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino. È seguita la tavola rotonda "Estetica|Aesthetica|Aisthesis", introdotta da Luigi Russo, Simona Chiodo, Roberto Diodato, Maurizio Ferraris, Manrica Rotili, Jerrold Levinson, animata da un vivace dibattito, che ha concluso il Convegno.