ESTETICA DIFFUSA: CULTURA, TURISMO, AMBIENTE

Nel suo ottavo Convegno Nazionale, la Società Italiana d’Estetica ha continuato il lavoro di riflessione sui nuovi temi che incidono sui suoi orizzonti scientifici, ridisegnandone in modo problematico la progettualità. Le relazioni con i beni culturali, imprescindibili nella realtà italiana, aprono una prospettiva di analisi in cui l’estetica non rimane circoscritta ai suoi terreni tradizionali, bensì si apre a quei campi dove l’esteticità si diffonde, diviene patrimonio sociale e ambientale, modello per pratiche concettuali che sono parte delle nostre quotidiane forme di vita. Interrogare i protagonisti di tale diffondersi dell’estetico è stata dunque una delle finalità di questo convegno. Nel corso del Convegno è stato altresì consegnato a Jerrold Levinson, per l’opera Arte, storia e critica. Studi di estetica analitica, il Premio Internazionale di Estetica, segno della costante attenzione della Società per i più significativi momenti scientifici che in campo mondiale caratterizzano la disciplina. Il Convegno si è tenuto nei giorni 20 e 21 maggio 2010 in Siracusa presso l’Antico Mercato.








Dopo le operazioni di registrazione, i lavori sono stati aperti il pomeriggio del 20 maggio con la cerimonia di conferimento del Premio Internazionale d'Estetica a Jerrold Levinson per il volume Arte, storia e critica. Studi di estetica analitica, officiata da Luigi Russo e dai componenti del Consiglio di Presidenza della Società Fernando Bollino, Paolo D’Angelo, Fabrizio Desideri, Elio Franzini. Ha fatto seguito la lectio magistralis di Levinson dal titolo Arte e contesto. I convegnisti hanno ricevuto in omaggio il volume La Pinacoteca di Filostrato Maggiore, curato da Giuseppe Pucci e tradotto da Giovanni Lombardo, che sta per mandare in libreria Aesthetica Edizioni. Si è infine tenuta l’Assemblea annuale della Società.
































La giornata è stata conclusa da una cena sociale presso il Palazzo Borgia del Casale, nel corso della quale si è scherzosamente festeggiato il “bicentenario dell’Estetica italiana”, con tre torte dedicate a Gillo Dorfles (100), ad Aldo Trione (70) e al Centro Internazionale Studi di Estetica (30).



















Il giorno 21 maggio si sono riuniti gli Osservatorî della Società. È seguita la tavola rotonda "Estetica diffusa: cultura, turismo, ambiente", introdotta da Alberto Abruzzese, Francesco Casetti, e Gillo Dorfles, che ha concluso il Convegno., coronato da un sontuoso buffet.