ESTETICA DEL SACRO

Nel suo settimo Convegno Nazionale la Società Italiana d’Estetica ha affrontato un tema che già gli Antichi ritenevano fascinoso e tremendo, il “sacro”, protagonista di una vicenda di pensiero che lega da sempre l’umano e il divino, il destino dell’uomo nel suo rapporto formativo, in primo luogo appunto estetico, con il suo mondo. Su questa polarità, in cui l’antico dialoga con il moderno e il visibile con l’invisibile, si è innestata la presentazione dell’edizione italiana di The Aesthetics of Mimesis: Ancients Texts and Modern Problems, il volume che nel 2008 ha vinto il Premio Europeo d’Estetica conferito dalla Società, segno tangibile dell’apertura della SIE alle maggiori voci dell’estetica continentale. Solo un confronto culturale con altre esperienze e metodologie può del resto sempre più porre l’Estetica al centro dei cambiamenti che attraversano l’Università italiana, aprendola a nuove e giovani voci, che a partire da questo Convegno sono state protagoniste del Premio Nuova Estetica. Il Convegno si è tenuto nei giorni 17 e 18 aprile 2009 in Bressanone presso la Cusanus Akademie.













Dopo le operazioni di registrazione, i lavori sono stati aperti il pomeriggio del 17 aprile nell’Aula Magna della Cusanus Akademie dal coordinatore dell’incontro Renato Troncon con i saluti rivolti da Paul Renner per il Priesterseminar e la Cusanusakademie di Bressanone, da Joerg Gleiter per la Libera Università di Bolzano, e da Luigi Russo Presidente della Società Italiana d'Estetica.














Ha fatto seguito la consegna dell’edizione italiana di The Aesthetics of Mimesis: Ancient Texts and Modern Problems, ritirata in assenza dell’autore Stephen Halliwell dal curatore italiano Giovanni Lombardo, che ne ha fatto una puntuale presentazione. Si è quindi passati al conferimento del Premio Nuova Estetica 2009, con la consegna della medaglia e del relativo volume ai vincitori Carola Barbero, Lorenzo Bartalesi, Paolo Campione, Delfo Cecchi, Pietro Conte, Emanuele Crescimanno, Filippo Focosi, Michele Gardini, Marcello Ghilardi, Luca Vargiu. Entrambe le opere sono state distribuite ai convegnisti.
















La giornata è stata conclusa da una cena sociale.









Il giorno 18 aprile si è tenuta la tavola rotonda "Estetica del sacro", introdotta da Leonardo Amoroso, Giangiorgio Psqualotto e Fulvio Carmagnola e animata da un vivace dibattito, che ha concluso il Convegno.